PROXIMIS – Oltre il nero

Atmosfere fantasy, una Parigi affascinante e misteriosa, una nuova indagine paranormale da affrontare: anche in Proximis – Oltre il nero (dopo il primo capitolo Proximis – Oltre il colore) Micol Manzo ci trascina in un vortice dal quale è difficile uscire, in compagnia della sua protagonista Mirash D’Amati e del suo gruppo di amici, che lottano ogni giorno per restituire giustizia alle piccole vittime di omicidio grazie ai loro poteri soprannaturali. Un elogio va innanzitutto alla narrazione. Micol, dopo il primo volume, ci porta dentro atmosfere dark ben congegnate in una Parigi gotica ed esoterica, ma ha il pregio soprattutto di raccontarci una storia in puro stile manga. Infatti, quasi tutti i personaggi ricordano moltissimo lo stile nipponico, come fossero tanti anime che si mescolano perfettamente tra noi umani, ma anche personaggi del mondo fantasy, quasi fossero moderni X-Men o Fantastici Quattro, con i loro tormenti esistenziali che li rendono, seppur nella loro specialità, molto vicini a noi. L’aspetto culturale, sempre rappresentato da continui riferimenti letterari, artistici e cinematografici, prevale sempre nell’arco della storia e fa da sfondo alle azioni dei protagonisti che sono a loro agio proprio in questo contesto. Micol crea e suggerisce immagini, lascia spazio all’immaginazione del lettore, ci porta dentro ai momenti surreali rappresentati dalle connessioni e dalle unioni che Mirash stabilisce con gli Antrospiriti e gli Zoospiriti di riferimento (se leggerete la storia, capirete di cosa stiamo parlando e, quindi, non vi anticipiamo nulla perché dovete leggerla, questa storia!). Nella costruzione narrativa, l’autrice possiede un’ideazione che si incastra perfettamente con quella del capitolo precedente, facendo evolvere tutti personaggi che conoscevamo già (Mirash e Kageshi su tutti, quest’ultimo sempre più tenebroso e psicologicamente affascinante) e mettendo nuovi innesti che rendono ancora più interessante l’evolversi della storia (Vincent, Claude e  Aurore su tutti). Micol riesce, attraverso uno stile fluido e scorrevole, a tenerci incollati alle pagine, dandoci modo di essere dentro la storia medesima, di immedesimarci nella protagonista in tutte le sue sfumature, di vivere in prima persona e con il suo ritmo tutto ciò che le accade. Proximis – Oltre il nero, quindi, è uno straordinario viaggio nel mondo del soprannaturale, ma come sottolinea il titolo, va a scavare ancora più in profondità, raggiungendo non soltanto il buio in cui Mirash si ritrova a lottare, ma anche quello che è dentro ognuno di noi. Brava, Micol! Anche stavolta hai fatto centro!
Giorgia Amantini
Link per l’acquisto del libro:
https://www.amazon.it/Proximis-Oltre-nero-Micol-Manzo-ebook/dp/B01H96VBJ6

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...