La poesia dei Briganti

Una sera di fine luglio, tanti amici seduti intorno a una statua in piazza, un bimbo scalzo batte le mani divertito al suono della musica.
Una poesia che solo i Legittimo Brigantaggio possono regalare al numeroso pubblico intervenuto alla loro festa in piazza a Sezze, sabato 29 luglio. Già, perché quando si parla di questa folk rock band lepina (alla quale a dire il vero non piace molto essere catalogata!) si può solo parlare di festa più che di concerto!
Sarà che il pubblico è stretto stretto a loro, sarà che l’atmosfera è familiare e tutti si divertono e conoscono a memoria tutte le canzoni. Sta di fatto che Gaetano Lestingi, voce e chitarre, Pino Lestingi, chitarra, Ilario Parascandolo, batteria, Domenico Cicala, basso, e Davide Rossi, fisarmonica, riescono a trasformare una scaletta di canzoni in pura poesia.
Giunti al quinto album (di cui il primo Quando le lancette danzeranno all’incontrario autoprodotto), i Briganti sono attualmente in tour per la promozione della loro ultima fatica “Pensieri Sporchi” , 10 intense tracce che vantano due collaborazioni importanti di Andrea Satta dei Tetes de Bois e di Antonio Rezza,  grandissimo performer che ha prestato la sua voce recitando alcune frasi tratte dai suoi spettacoli.
Un fine cantautorato, arrangiamenti potenti ma anche delicati – ricordiamo la stupenda Firmamenti e catena in un tenero dialetto privernate – e la grande capacità comunicativa del gruppo rendono i Legittimo Brigantaggio una realtà unica nel panorama musicale indipendente italiano.
Laura Riggi
Per saperne (molto!) di più:
I Legittimo Brigantaggio su Facebook:
LEGITTIMO BRIGANTAGGIO (official page)
Su Youtube:
Legittimo Brigantaggio
Il sito: http://www.legittimobrigantaggio.com/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...