Ricordi – Le passioni di una melodia: “Fantaghirò”

Cover fronteNel 1992, il regista italiano Lamberto Bava realizza per Canale 5 la miniserie Fantaghirò, trasposizione televisiva della celebre fiaba Fantaghirò, persona bella di Italo Calvino, ottenendo un grande successo di pubblico soprattutto tra i giovanissimi. Nella sua impresa viene coadiuvato, oltre che dal grandissimo Sergio Stivaletti per il trucco e l’ideazione delle creature fantastiche, anche da un cantautore/compositore dall’incedere elegante e dal lungo codino grigio, molto amato dal pubblico, un po’ meno dalla critica, che deve parte della sua fama proprio alle bocciature ottenute nei vari Festival di Sanremo (come tradizione insegna) cui aveva partecipato: Amedeo Minghi.
AmedeoIl cantautore, già paroliere negli anni Sessanta/Settanta di artisti come Gianni Morandi e Mia Martini, nonché sulla cresta dell’onda per il successo di pubblico ottenuto con la canzone 1950 nel 1983 e con l’album La vita mia (1989) che lo consacra come miglior artista italiano degli anni Ottanta grazie alle numerose repliche del tour omonimo, nella colonna sonora di Fantaghirò pone in evidenza tutto il suo straordinario talento musicale che va oltre la composizione individuale.
Amedeo Minghi realizza, infatti, per il film dodici brani orchestrati, contenuti nell’album Fantaghirò del 1992 e poi inseriti ne Il fantastico mondo di Amedeo Minghi del 1996 insieme ai temi portanti della saga di Fantaghirò stessa e de La principessa e il povero, Desideria e l’anello del drago, Sorellina e il principe del sogno, tutte miniserie targate Canale 5 alla cui regia vi era ancora una volta Lamberto Bava.
Dodici brani che colgono l’essenza e lo spirito fiabesco del film sottolineando gli stati d’animo della giovane protagonista, la principessa Fantaghirò (Alessandra Martines), che per difendere il suo regno combatte sotto le mentite spoglie del Conte di Val D’oca innamorandosi, ricambiata, del proprio nemico, il Principe Romualdo (un esordiente Kim Rossi Stuart, ex Ragazzo dal kimono d’oro).
Per il tema portante, Fantaghirò, Amedeo Minghi ci trascina in un concerto di violini e flauti che accompagnano la protagonista (e quindi gli spettatori) nelle sue vicende più drammatiche, sottolineandone la maestosità dell’intento e lasciando sempre aperta la porta alla speranza, soprattutto nelle difficoltà.
Concerto di archi, violini e tamburi battenti che assumono un ritmo forsennato ne il tema Il duello, dove Fantaghirò combatte contro Romualdo, e, soprattutto, contro la forza dei propri sentimenti, manifestando il suo conflitto interiore.
Il duelloConflitto che culminerà nello struggente tema La solitudine, che accompagnerà Fantaghirò sulla strada del ritorno verso casa al cospetto del padre, implorando perdono per non essere riuscita ad uccidere il suo avversario per amore, dove ancora una volta Amedeo Minghi e il suo concerto di violini, archi e flauti ci fanno soffrire insieme a lei.
Sofferenza che lascerà posto alla gioia nel tema finale Il Principe e Fantaghirò,  dove il leggero tocco del pianoforte si fonde con gli archi e i violini in un connubio d’amore che rappresenta il trionfo del sentimento dei due protagonisti, finalmente insieme.Il principe e Fantaghiro'
Il tema Fantaghirò, con il titolo Mio nemico, viene riproposto nei titoli di coda del film tv anche in versione cantata grazie alla preziosa collaborazione di Rossana Casale che conclude degnamente un’opera di classe.
Amedeo Minghi, con Fantaghirò, colpisce e lascia il segno grazie alla straordinaria capacità di dare, nell’orchestrare le melodie, un rilievo internazionale alle melodie stesse, le quali hanno il merito di trasformare una banale favola per bambini in un viaggio incantato dove anche gli adulti possono assaporarne la bellezza perdendosi tra le note.
SCHEDA TECNICA
TITOLO: Fantaghirò
ANNO: 1992
NAZIONALITÀ: Italia
AUTORE: Amedeo Minghi
TRACK LISTCover retro
Il Re alla guerra
La fata e il topo
La Regina (il dolore, la morte, il pentimento)
La magia
Fantaghirò
Il Principe
Le danze
Il soldato ubriaco
Il duello
La solitudine
Il Principe e Fantaghirò
Mio nemico (versione cantata da Rossana Casale)

di Giorgia Amantini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...